PaginaZero

RIVISTA DI CULTURE DI FRONTIERA

Archive for dicembre 2007

Immagini dalla Lettonia

Pubblicato da pasha39 su dicembre 31, 2007

Giovani fotografi lettoni

liga-laurenovicha1.jpg
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: MONDO | Leave a Comment »

Fotografie della poesia russa contemporanea

Pubblicato da pasha39 su dicembre 28, 2007

stra.jpg

Sergej Stratanovskij (1944)

kri.jpg

Viktor Krivulin (1944-2001)
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: AREA RUSSOFONA | Leave a Comment »

LiberInVersi: dal Web alla Carta

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 26, 2007

Leggere variazioni di rotta

LiberInVersi – L’Antologia

Come annunciato lo scorso luglio, è imminente l’uscita dell’antologia di LiberInVersi, che vedrà la luce editoriale in cartaceo a febbraio 2008. Curata dalla redazione dello spazio/blog, l’antologia, senza mettere la parola fine al processo di mappatura del paesaggio poetico italiano avviato nel 2005, manifesta l’esigenza di ritornare sul materiale raccolto, di operare una scelta e di approfondire la lettura dei testi selezionati. Il testo uscirà in una forma che tenterà di contribuire ad una possibile reazione alla situazione a nostro modo di vedere disastrosa in cui versa l’editoria italiana, specie sul versante poetico.

Con questo post si apre anche una sottoscrizione per verificare il numero di persone interessate all’acquisto dell’antologia, che avrà un prezzo oscillante tra i 7 e i 10 euro. Chiunque avesse già intenzione di acquistare una o più copie, potrà scrivere a liberinversi@livecom.it facendone esplicita richiesta e riceverà le indicazioni sulle modalità d’ordine non appena disponibili.

Qui di seguito un’anticipazione del titolo e degli autori scelti e analizzati.

LEGGERE VARIAZIONI DI ROTTA

L’ANTOLOGIA DI LIBERINVERSI

A cura di
Chiara De Luca, Stefano Guglielmin, Pierluigi Lanfranchi,
Luigi Metropoli, Silvia Monti, Massimo Orgiazzi, Alessandra Palmigiano

Fabiano Alborghetti – Cristina Annino – Corrado Benigni – Alessandro Broggi – Anna Maria Carpi – Biagio Cepollaro – Claudio Chianese – Antonio Diavoli – Paolo Fichera – Gabriela Fantato – Matteo Fantuzzi – Anna Lamberti Bocconi – Isabella Leardini – Francesco Marotta – Luigi Nacci – Alfonso Maria Petrosino – Luisa Pianzola – Andrea Ponso – Davide Racca – Mary B. Tolusso

Pubblicato in: POESIA | Leave a Comment »

Taras Ševčenko, poeta e pittore ucraino

Pubblicato da pasha39 su dicembre 24, 2007

sev11.jpgsev31.jpgsev41.jpgsev2.gif

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Rostropovich suona mentre a Berlino il muro cadeva

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 24, 2007

Pubblicato in: MONDO | Leave a Comment »

Un Canone In Canto. Crestomazia sonora

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 23, 2007

uncanoneincanto.jpg

Un Canone In Canto
crestomazia sonora

Simone Giorgino
cura, selezione, voce

qui:
Un Canone In Canto

“Un Canone In Canto” crestomazia sonora, è il nome di un viaggio che Simone Giorgino ha compiuto nella tradizione della poesia italiana, dal Duecento a oggi. Un viaggio volutamente compiuto con i mezzi che più di tutti appartengono alla nostra tradizione poetica, la voce e l’oralità del verso detto. Il sottotitolo ideale di questo viaggio potrebbe essere semplicemente questo: la voce, i testi. Simone Giorgino, non nuovo ad esperienze di rappresentazione poetica del verso, accanto ad una sperimentazione con reading di propri versi ‘dal vivo’, ha, negli ultimi dieci anni, costantemente sperimentato la lettura e registrazione digitale del verso recitato. “Un Canone In Canto” è un’esperienza che intende porre un punto sulla ricerca effettuata dall’autore, fino a questo momento, una rassegna antologica delle voci, dei migliori testi della nostra tradizione poetica, un’antologia personale della poesia, dal duecento fino al novecento.

Pubblicato in: VOCE | Leave a Comment »

Asya Nemchenok Art Gallery

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 23, 2007

lettermilano03.jpg

Asya Nemchenok Art Gallery
http://www.asyanemchenok.com/

Asya Nemchenok:
In art photography I most value improvisation and creative approach, originality of color and composition solutions. A person in a stage-adapted (theatralized) surrounding has always been and persists to be my favorite shooting object. I prefer handicraft work on negative and on positive over computer processing.

My favorite genre – portrait and author’s ‘photo-painting’ ‘All the World’s a Stage…’ on which people perform different roles during their life in accordance with their age and social status, – this Shakespearean formula of the human life and its mirror thesis ‘Stage is World’ served as a starting point for creation of a series of black-and-white hand-painted pictures named ‘Domestic Theatre’.

All those pictures have been shot during past two years in my studio. For each session I invented the make-up and the costumes and the scenery was prepared jointly with my assistants. I have been lining up the mis en scenes proceeding from my favorite characters of Shakespeare’s plays, in which the real events often intertwine with fantastical, imaginary ones, in which kings, elfs and nymphs, ingenuous commoners converted to donkeys, and Moon Light, Lion and Mustard Seed act simultaneously.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: ARTI LUNGO LE FRONTIERE | Leave a Comment »

Aleksandar Zograf

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 22, 2007

voci-da-est-logo.jpg

Il sito di Aleksandar Zograf
http://www.aleksandarzograf.com/

Aleksandar Zograf (a pseudonym of Sasa Rakezic) is a Serbian cartoonist, the author of such works as Life Under Sanctions, Psychonaut, Dream Watcher and Bulletins from Serbia. Zograf has been active on the international scene since the early ’90s when his work started to appear in U.S. comics anthologies such as Weirdo and Zero Zero and when Seattle’s Fantagraphics Books published a few of his titles. Works by Zograf have been translated and published in many European magazines, and his solo titles have been issued by publishers L’Association in France, PuntoZero in Italy, Jochen Enterprises in Germany, Under Comics in Spain, etc.

______________

Per ingrandire il logo di Saša Zograf cliccaci sopra. Il logo è stato appositamente realizzato da Zograf per il Diario-Sezione Voci da Est di Angelo Floramo: http://rivistapaginazero.wordpress.com/category/voci-da-est/

Pubblicato in: ARTI LUNGO LE FRONTIERE | Leave a Comment »

e-book: Francesco Marotta

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 21, 2007

logo_pz2thumbnailthumbnail.jpg

È uscito il nuovo e-book della collana di poesia le betulle nane

Impronte sull’acqua di Francesco Marotta

per scaricarlo qui:
francesco-marotta.pdf

Pubblicato in: E-BOOK PZ | Leave a Comment »

La poesia delle notti bianche pietroburghesi

Pubblicato da pasha39 su dicembre 21, 2007

bianc.jpg

Le notti bianche sono un fenomeno naturale delle regioni nordiche -
rendono ancor più magica San Pietroburgo.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: AREA RUSSOFONA | Leave a Comment »

BALKANI. Antiche civiltà fra Danubio e Adriatico

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 20, 2007

mostra-balkani-adria-1.jpg

BALKANI
Antiche civiltà fra Danubio e Adriatico
Museo nazionale Archeologico di Adria (Parco del Delta del Po)
7 luglio 2007 – 13 gennaio 2008

dal sito: http://www.balkani.it/

Balkani: antichi popoli tra Danubio, Drava, Sava e Mediterraneo

A partire dall’VIII sec. a.C. – epoca intorno alla quale ha inizio il percorso espositivo della mostra di Adria – nell’aria alto e medio danubiana si diffonde la cultura di Hallstatt, cosi denominata dalla località austriaca in cui gli scavi archeologici riportarono alla luce i primi e significativi reperti.

La sua fase centrale più riconoscibile (detta Hallstatt C e D) corrisponde alla prima grande cultura del ferro in Europa centrale e occidentale. Databile tra IX e V sec. a. C., è contraddistinta dal rinvenimento di grandi tombe aristocratiche coperte a tumulo, contenenti spesso ricchissimi corredi di guerrieri. Questi sono in gran parte composti da oggetti che richiamano la ricchezza, il prestigio e la potenza militare del defunto e denunciano una fitta rete di traffici commerciali di beni e materiali preziosi tra l’area danubiana e il Mediterraneo e anche il Mare del Nord, con un contributo locale fatto soprattutto di manodopera specializzata nella realizzazione e decorazione di oggetti in materiali metallici o preziosi (oro, argento e bronzo).
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: ARTI LUNGO LE FRONTIERE | Leave a Comment »

Evhenija Leščuk

Pubblicato da pasha39 su dicembre 19, 2007

Dottoressa e psichiatra (ormai in pensione), Evhenija Leščuk vive a L’viv (Leopoli),
Ucraina occidentale. È autrice di poesie e canzoni. Ha al suo attivo quattro volumi
di poesie, due film per la televisione.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

C’era una volta una città. Racconti di Sarajevo di Nenad Stojanović

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 19, 2007

Nenad Stojanović
C’era una volta una città. Racconti di Sarajevo
[Fotografie di Giuliana Pelli-Grandini]
Lugano, Fontana Edizioni, 2007

Il libro è disponibile nelle librerie della Svizzera italiana oppure ordinandolo nel sito http://www.fontana.ch/ita/libri/exp/s.asp?idr=180

Tutti i proventi del libro saranno devoluti all’Associazione svizzera per la pace in Bosnia, Lugano

BREVE DESCRIZIONE
Cosa portare con sé quando si abbandona, per sempre, la propria casa?
Niente, perché niente può restituire il mondo che si lascia alle spalle… Oppure tutto: la città e gli alberi, il cielo e le stelle, il banco di scuola e i compagni di classe, la commessa del negozio e il vecchio barbiere, i giochi e le canzoni… È in questo oscillare fra niente e tutto che si apre uno spiraglio che permette all’individuo di costruire la propria identità, nella libertà e senza ossessioni, lontano da ogni ideologia delle radici.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: COMUNICATI STAMPA | Leave a Comment »

Pasolini e Ezra Pound

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 19, 2007

Pubblicato in: MONDO | Leave a Comment »

HERMANN NITSCH : Il Teatro delle orge e dei misteri

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 17, 2007

Nietzsche: “Il corpo umano oggi è un pensiero più sorprendente dell’anima di un tempo”

“Il 4 giugno 1962 ho sventrato, smembrato e dilaniato un agnello” … così inizia il manifesto del Teatro delle orge e dei misteri di Hermann Nitsch “azione estetica di sostituzione del sacrificio”.

n.jpg

“Tutta la mia arte è una preghiera. Non solo a Dio, ma alla natura, all’essere, al cosmo intero. Io sono profondamente religioso, anche se non sposo nessuna particolare confessione. Il mio lavoro e il mio teatro sono un modo estetico di pregare, una via contemporanea alla preghiera. Gli stessi simboli che uso sono simboli presenti in tutte le religioni: il vino, il sangue, il sacrificio. La differenza è che non sono metaforici, ma veri, reali”
“io uso il corpo umano, uso il sangue e la carne, parlo di sessualità di religione, ma soprattutto di morte”
“La televisione, i film ci propongono ogni giorno centinaia di morti. Ma come pura immagine, come qualcosa che non ci riguarda. Noi abbiamo inventato la morte pulita. Nel mio Teatro, invece, la morte torna a essere un’esperienza concreta: il sangue ha un odore e un colore, le viscere degli animali hanno una forma, sono sporche. Se io provoco scandalo è solo perché presento una verità, perché cerco sull’esempio di ogni grande artista del passato di lacerare l’ottusità, di raggiungere una consapevolezza. Il senso profondo del mio lavoro è questo: la presa di coscienza di verità antiche e la liberazione della paura attraverso la catarsi”

jii.jpgjii.jpgjii.jpgjii.jpg

Hermann Nitsch
titolo: K 5/90
anno: 1990
formato: 105.5 x 80.5 cm
tecnica: olio e sangue su tela
collezione privata

Pubblicato in: ARTI LUNGO LE FRONTIERE | Leave a Comment »

Zeroteatro ad est

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 17, 2007

8712-220x220.jpg

Un gruppo di artisti italiani decide di trasferirsi a lavorare in est Europa, ponendo la base operativa a Sarajevo e costruendo relazioni ‘dal basso’. Un’intervista a Giorgio Degasperi di Zeroteatro.

di Nicole Corritore, articolo tratto da www.balcanicooperazione.it

Un mese fa avete festeggiato a Sarajevo il decennale della nascita di “Ey de net – Zeroteatro”. Ci puoi delineare il percorso che vi ha portato a lavorare nei Balcani e perché?

“Zeroteatro” è la denominazione di un progetto che sta dentro un ambito più grande, cioè l’associazione “Ey De Net, in attesa dei Fanet” fondata a Bologna nel 1997 da un gruppo di artisti, provenienti da diverse regioni d’Italia (Sicilia, Abruzzo, Valle d’Aosta, Lombardia, ecc.) e che a Bologna hanno trovato l’occasione di incontro per un crogiolo di intenti teatrali comuni. “Zeroteatro” è dunque l’espressione di un percorso fatto da molti artisti, che in seguito si sono inoltrati a lavorare nell’Est Europa perché hanno trovato per sé congeniale la cultura lì incontrata.

Avvenne un po’ per caso. Nel 1999 ci invitarono a partecipare al festival di Spalato “Grlimno se morem” e a distanza di qualche settimana un altro ente ci aveva invitato a Szeged, in Ungheria. Tra un festival e l’altro decidemmo di trascorrere 15 giorni nei territori della ex Jugoslavia, più precisamente in Bosnia Erzegovina. Fu un viaggio che rappresentò per noi l’accesso ad una dimensione fino ad allora sconosciuta. Ci spinse ad avviare un percorso di conoscenza, fatti i conti con la consapevolezza della nostra ignoranza nei confronti di quel paese, ignoranza che purtroppo è condivisa dall’italiano medio. Toccammo con mano che si trattava di un “pezzo di casa nostra” che ci era rimasto avulso: la famosa Cortina di Ferro aveva funzionato per lungo tempo, in entrambe le direzioni. A mio avviso, la propaganda occidentale è riuscita ad essere altrettanto ottundente di quella oltre Adriatico. E’ riuscita ad impedire a noi cittadini di capire ciò che accadeva sul piano culturale, delle tradizioni, della storia di questo enorme territorio così prossimo a noi.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: ARTI LUNGO LE FRONTIERE | Leave a Comment »

Il Dalai Lama in Italia

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 14, 2007

art_jpg.jpg images-1.jpgdalailama3.jpgmao.gifnews.jpgimages1.jpgimages-2.jpg

Pubblicato in: MONDO | Leave a Comment »

Piazza Fontana: 12 dicembre 1969

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 13, 2007

piazzafontana.jpg

Invitiamo tutti alla lettura del post dedicato alla strage di Piazza Fontana pubblicato sul blog di Luigi Metropoli (Vocativo).

Per leggerlo
qui:

http://vocativo.splinder.com/post/15098401

Pubblicato in: MONDO | Leave a Comment »

Semën Nadson, due poesie

Pubblicato da pasha39 su dicembre 12, 2007

naf2.jpgnaf.jpg

Semën Jakovlevic Nadson nasce a San Pietroburgo nel 1862, muore di tisi a 25 anni, a Jalta (Crimea) nel 1887.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: AREA RUSSOFONA | Leave a Comment »

George Baselitz – Fingermalerei – Akt (1972)

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 11, 2007

Pubblicato in: ARTI LUNGO LE FRONTIERE | Leave a Comment »

Chamdam Zakirov, magico Uzbekistan

Pubblicato da pasha39 su dicembre 6, 2007

zakir.jpg
Chamdam Zakirov è nato nel 1966 nei pressi di Fergana (Uzbekistan).
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: Poesia: AREA RUSSOFONA | Leave a Comment »

INTERVISTA CON DARIO FO

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 5, 2007

images.jpg

Proseguono le interviste di Laura Tussi. Dopo Moni Ovadia e Massimo Cacciari (http://rivistapaginazero.wordpress.com/category/interviste/), oggi presentiamo l’intervista a Dario Fo.

Intervista con DARIO FO
Le favole dei fabulatori contro le storie dei potenti…

di Laura Tussi

Come colloca la Sua storia di formazione rispetto al personale impegno politico, sociale e culturale?

Bisogna fare un salto. Da ragazzo vivevo in un paese che si chiama Portovaltravaglia nel quale vi sono un sacco di “fabulatori”…
Dipingevo, così d’istinto, frequentavo l’accademia e il liceo e ho frequentato anche il politecnico senza finirlo…e a un certo punto ho deciso di recitare, ma così proprio per liberarmi da un’angoscia che avevo. Questa angoscia era determinata dal lavoro che stavo svolgendo in quel momento. Facevo il tirapiedi, ossia chi realizza i progetti per gli architetti. Mi sono accorto che c’era del marcio e ho deciso di provare a fare l’attore per liberarmi da questa angoscia che mi era venuta…
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: INTERVISTE | 1 Comment »

Vasyl’ Symonenko (1935-63), poeta valente ucraino

Pubblicato da pasha39 su dicembre 4, 2007

sym2.jpgsym1.jpg

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Carmelo Bene: Quattro momenti su tutto il nulla

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 3, 2007

Pubblicato in: ARTI LUNGO LE FRONTIERE | Leave a Comment »

Carmelo Bene su James Joyce

Pubblicato da paolo fichera su dicembre 3, 2007

Pubblicato in: ARTI LUNGO LE FRONTIERE | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 27 follower