PaginaZero

RIVISTA DI CULTURE DI FRONTIERA

Archivio per la categoria ‘RESOCONTI’

Aleksandar Hemon, una falsa nota a piè di pagina. Il “nuovo” Andrić in Italia.

Pubblicato da Mauro Daltin su febbraio 5, 2008

ivo-andric.jpg

Aleksandar Hemon, una falsa nota a piè di pagina. Il “nuovo” Andrić in Italia

di Božidar Stanišić

Ora, ecco, abbiamo anche un nuovo Andrić uscito fresco dalla bottega di Hemon, per il mercato americano e per gli altri mercati!

In Italia, terra del mio ormai lungo asilo, mi hanno più volte chiesto notizie su Aleksandar Hemon: se lo conosco, se avevo letto i suoi libri. Dicono che viva a Chicago, che scriva in inglese. Lo leggono, e molto. È stato tradotto, pare, in molte lingue. Talvolta, dicono, torna anche nella natia Sarajevo. L’età che ho non mi concede più di seguire proprio tutto quello che viene pubblicato sia nella ex Jugoslavia, che all’estero. Naturalmente, quello che concerne il tema del mio Paese di una volta, mio e di centinaia migliaia di coloro che non vivono più in nessuno dei nuovi Stati creatisi dopo la dissoluzione della Jugoslavia. Da molto tempo sono, aggiungo, fuori. Quando torno dentro, nel corso del mio turismo occasionale a Sarajevo, a Banja Luka, a Subotica o a Zagabria, faccio fatica a raccapezzarmi anche nelle librerie. Numerosi nomi nuovi, ancora più numerosa è la letteratura che richiede di essere compresa. Così suonano le mie risposte. Poi mi riprometto da tempo: un giorno devo leggere almeno uno dei libri di questo giovane scrittore. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: RESOCONTI | Leave a Comment »

Il cabaret delle meraviglie

Pubblicato da Mauro Daltin su giugno 28, 2007

ovadiamoni.jpg

Il Cabaret delle meraviglie
Recensione allo spettacolo di Moni Ovadia, Cabaret Yddish.

di Laura Tussi

La coinvolgente ed esilarante musica che fa vibrare con le sue note lo spettacolo da camera Cabaret Yddish è il Klezmer derivante dall’ebraico con riferimento agli strumenti musicali del popolo ebraico dell’est europeo a partire all’incirca dal XVI secolo, in cui riecheggia, a tratti, in tutta la sua drammaticità la diaspora, la musica dell’esilio, della dispersione, dell’erranza straziante, come afferma Moni Ovadia, il sapiente regista e strabiliante attore, che alterna citazioni, aneddoti, storie, racconti, canti e brani musicali in cui l’Yddish è la lingua e il Klezmer la musica quale filo conduttore. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: RESOCONTI | Leave a Comment »

La poesia operaia

Pubblicato da Mauro Daltin su giugno 25, 2007

brugnaro.gif

di Augusto Debernardi

A Monfalcone c’è un tendone dove le maestranze della Solvay fino al 2005 e poi INEOS Film si incontrano con “la gente” quella che non ha smesso di volere un mondo più giusto, meno sprecone e cattivo. Qualche volta ci sono anche degli “eletti” di turno. Dietro le spalle i cancelli di una fabbrica di foglie rigide in pvc (ottimo materiale isolante) e film vari per imballaggi che, dopo l’acquisto della nuova proprietà (inglese), è chiusa perché, grazie ai soldi pubblici, dovrebbe essere ricostruita pari paro in un’altra regione insulare d’Italia. Così si realizzano le plusvalenze immobiliari. Il sito industriale monfalconese è a dieci metri dal molo e la cosa trasforma il posto in una vera e propria miniera d’oro. Vi ricordate l’accumulazione primaria? Beh… siamo lì! 150 famiglie senza lavoro sono poca cosa rispetto alla immediatezza delle rendite finanziarie che, da sempre, divorano il lavoro altrui.
E sotto il tendone incontriamo Ferruccio Brugnaro. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: RESOCONTI | 3 Comments »

Vicino/Lontano – Breve resoconto di una giornata

Pubblicato da Mauro Daltin su maggio 13, 2007

logo_terzani_big.png

di Mauro Daltin

Ieri ho partecipato da spettatore ad alcuni incontri della manifestazione Vicino/Lontano che si tiene a Udine dal 10 al 13 maggio; è una manifestazione culturale di importanza ormai europea. Oltre 80 incontri, mostre, spettacoli, il premio Tiziano Terzani, alcuni dei maggiori intellettuali, scrittori, giornalisti, alcune delle voci più autorevoli anche al di là dei confini nazionali si riuniscono per parlare di conflitti, rapporti fra Occidente e Oriente, migrazioni eccetera. Ieri ho seguito (è impossibile seguire tutto in quanto gli incontri si sovrappongono) una parte della presentazione del libro Il Ronzio (Forum editrice) di Drago Jančar, considerato uno dei maggiori scrittori sloveni contemporanei.
Ma uno degli appuntamenti clou di tutta la rassegna era la presenza dell’ex presidente iraniano (fino al 2005 in carica) Mohammad Khatami che ieri mattina nella Chiesa di San Francesco, davanti a tantissimo pubblico, ha dialogato per 2 ore. Quello che più mi ha sorpreso è stato proprio il dialogo con la gente che lo interrogava su questioni delicatissime; non so quanti uomini politici così influenti nel mondo si sarebbero sottoposti alla raffica di domande di gente comune. Il suo discorso iniziale, basato sulla condivisione, solidarietà, sul dialogo fra culture e popoli, mi è sembrato un po’ poco pratico, molto ideale e utopico. Giusto, ma non arrivava ai punti cruciali sulla questione del rapporto fra Occidente e Islam, sul rapporto Israele/Palestina, sui danni inferti dal colonialismo americano. Questioni che sono state invece trattate attraverso le risposte alla gente. Insomma un incontro importante. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: RESOCONTI | Leave a Comment »

Tra carta e rete

Pubblicato da Mauro Daltin su aprile 13, 2007

tracartaerete21.jpg

ecco qua un piccolo resoconto, che ci fa piacere pubblicare, della presentazione “Tra carta e rete” tratto dal blog Isolesvalbard di Astrid

Ieri sera a Remanzacco c’è stato un incontro in biblioteca sul tema “Tra carte e rete – la scrittura e le nuove tecnologie” moderato da Vincenzo Della Mea.
Ci sono andata per rivedere un amico, ed ho scoperto una interessante rivista letteraria, si chiama PaginaZero – Rivista di frontiera ed ha pure un blog. E’ dedicata a temi come confini, migrazioni, letterature dei balcani e dell’europa dell’est.
Le persone del pubblico erano tutte molto interessate, anche se molte di loro non avevano esperienza diretta dei blog. mi sono sembrate preoccupate di sottolineare che comunque la carta stampata non verrà soppiantata dalla rete, quasi provando un senso di inferiorità verso il web.
Invece i 2 relatori (Mauro Daltin e Andrea Venier) hanno giustamente sottolineato che si tratta semplicemente di “attrezzi” diversi, che si possono utilizzare per diversi scopi, magari rafforzandosi a vicenda.
Quanto alla presunta maggiore “concretezza” della carta rispetto ad internet, ho ripensato a tutte le persone che ho conosciuto grazie al blog e ad internet: i tantissimi libri che ho letto non mi hanno portata a nessun contatto “umano”, quindi anche la rete ha una sua concretezza, forse su un livello diverso.

Pubblicato in: RESOCONTI | Leave a Comment »

eSamizdat. Una rivista di cultura

Pubblicato da Mauro Daltin su marzo 6, 2007

esam.gif

di Mauro Daltin

Esiste una rivista, eSamizdat, che potete scaricare gratuitamente in formato pdf, che racconta il mondo culturale, letterario, poetico dei paesi vicini a noi come la zona balcanica, intesa in modo ampio, dalla Slovenia alla Russia, dalla Siberia alla Grecia. Reportage, articoli, traduzioni, saggi, recensioni, dialoghi per chi ha la curiosità di capire che cosa accade nei paesi che ci stanno accanto e di cui si conosce pochissimo per una “miopia” politica e culturale della nostra provinciale editoria. Uno spazio sia per studiosi sia per lettori.

Dal sito:
“La rivista ha un sottotitolo: Quadrimestrale di Slavistica creativa. Fino ad ora sono usciti sette numeri: uno nel 2003, tre nel 2004, due (di questi uno è doppio) nel 2005. Gran parte degli articoli è in italiano, ma si accettano anche testi in lingue slave e romanze, in tedesco e in inglese. eSamizdat ha alcune sezioni principali: si inizia con “Dialoghi”, dove vengono pubblicate le interviste con noti slavisti italiani (L. Marinelli, G. Dell’Agata, R. Picchio, N. Kauchtschischwili e altri) e con scrittori russi (Viktor Erofeev, Vladimir Sorokin, D.A. Prigov, E. Limonov e altri). Nel 2005, dopo “Dialoghi”, è stata inserita la nuova sezione “Reportage”, inaugurata dal contributo di Emanuela Bulli da Majdan Nezaležnosti (2005/1). Dopo i materiali di attualità c’è la sezione degli articoli scientifici che colpiscono sia per l’eterogeneità degli interessi scientifici degli autori, che – non ho paura di ripetermi – per l’alto livello professionale. Poi ci sono le recensioni…”

Potete visitare il sito http://www.esamizdat.it/ dove potete scaricare i numeri della rivista.

Pubblicato in: RESOCONTI | 1 Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 27 follower