PaginaZero

RIVISTA DI CULTURE DI FRONTIERA

Lev Rubinštejn, “Il tempo procede”

Posted by pasha39 su novembre 22, 2007

rub.jpg
Lev Rubinštejn è nato nel 1947 a Mosca, dove attualmente risiede. Si dedica alla letteratura dagli anni Settanta.

È poeta e saggista. Insieme a Dmitrij Prigov (1940-2007) è stato uno dei fondatori della cosiddetta “Scuola concettualistica moscovita”, sorta nell’ambito degli ambienti letterari undeground. Questo poeta crea un sistema originale di composizione: i cosiddetti “stichi na kartockach” [versi sulle tessere]. I suoi testi consistono di alcune decine di tessere (schede di biblioteca), su ciascuna delle quali stanno alcune frasi, alcune parole, un’unica parola, o addirittura nulla. L’autore declama queste sue “cartoteche” nei suoi interventi davanti a un pubblico (negli anni Settanta – Ottanta in appartamenti privati, ora in “occasioni ufficiali”).

IL TEMPO PROCEDE

(1990)

1) Si può?

2) Si può.

3) C’è qualcosa?

4) C’è.

5) Una data?

6) Una qualunque.

7) Un nome?

8) Non è obbligatorio.

9) Il problema?

10) Rimane.

11) Il tempo?

12) Procede.

13) Che cosa procede?

14) Il tempo.

15) Il tempo procede.

16) Il mare si agita.

17) La luna
  luccica.

18) Il gattino
  piange.

19) Si illumina
  l’Oriente.

20) Il tempo procede.

21) Si stanca
  il bambino.

22) La pallina
  rimbalza.

23) La coscienza
  comincia a tintinnare.

24) Il tempo procede.

25) La memoria
  non sonnecchia.

26) Si deterge
  un passante.

27) Si indebolisce
  la corrente.

28) Cambia
  la situazione.

29) C’è una
  cordicella.

30) Guarisce
  il malato.

31) Tutto va a finire
  chissà dove.

32) I morti
  non sono al corrente.

33) Non reca vantaggio
  alcun tipo
  di attività.

34) Qualcosa comunque
  rimane.

35) Il tempo procede.

36) Lo indica
  qualunque mascalzone.

37) È desolato
  tutto il primo piano.

38) Non sa cantare
  il fantasma.

39) Odora di pesce
  il cuscino.

40) Dal mento comincia
  il tremore.

41) Un’anatra
  si avvicina e guarda.

42) Il tempo procede.

43) Che cosa accade, –
  si capisce a mala pena.

44) Ci allieta
  il ruscello.

45) Il maltempo
  non aggiunge
  speranze.

46) Io cerco
  di dimenticare.

47) Il tempo procede.

48) Attenzione!

49) Il tempo procede.

50) Attenzione!

51) Eccolo! Eccolo!
  Vedete?

52) Guardatelo attentamente. L’avete guardato? Bene…

53) Sentite come respira? Sentite? Lui si preoccupa…

54) Ora ascoltate che cosa dice. È tutto chiaro? Bene…

55) Ohi, ma dov’è?

56) Ah! Eccolo! Si è messo a correre, a correre…

57) Si è fermato…

58) Si guarda attorno…

59) Ha ricominciato a correre…

60) Ha girato l’angolo…

61) È ritornato…

62) Così… Si è fermato…

63) Sta pensando, pensando…

64) Oh, oh, sta tornando indietro di corsa. Su dai, su dai…

65) Il tempo procede.

66) Che cosa non pretende nulla?

67) L’acqua non pretende nulla.

68) Che cosa non tende verso l’alto?

69) L’acqua non tende.

70) Che cosa deve essere riesaminato?

71) Letteralmente tutto.

72) Tutto, tutto?

73) Quasi tutto.

74) Che cosa avviene?

75) Si indaga il meccanismo delle comunicazioni che sorgono spontanee e che si autodistruggono.

76) Che c’è là?

77) Là le cosiddette zone “vive” della lingua rivelano segni di putrefazione, mentre quelle da tempo morte si tramutano in improvvise foglioline appiccicose.

78) Che cosa sentiamo a volte?

79) A volte sentiamo: “Ehi, vieni qua!”

80) Che cosa pensiamo?

81) Pensiamo: “Fermati. Davvero ci chiamano là dov’è la libertà e la quiete? ”

82) Che cos’è indivisibile?

83) Il nostro destino è indivisibile.

84) Che cos’è pesante?

85) Il nostro fardello è pesante.

86) Che cosa si ottiene insieme?

87) Si ottiene insieme: “Il nostro destino è indivisibile. Il nostro fardello è pesante”.

88) Che cosa ancora?

89) Colui che stanotte apparirà in sogno, sarà di una bellezza angelica.

90) Che cosa c’è ancora?

91) Sulla pagina bianca si deposita una gocciolina di rugiada.

92) E poi?

93) E poi inaspettatamente si è rassegnato, si è calmato, ha smesso anche di piangere. Ma nessuno si è deciso a guardarlo. Di notte è sparito. L’hanno cercato, senza trovarlo…

94) E poi?

95) ________________________________________________________________

96) ________________________________________________________________

97) ________________________________________________________________

98) Che cosa? È tutto?

99) Perché è tutto?

100) _______________________________________________________________

101) _______________________________________________________________

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: