PaginaZero

RIVISTA DI CULTURE DI FRONTIERA

Archivio per la categoria ‘Poesia: UCRAINA’

Bohdan Lepkyj

Pubblicato da pasha39 su febbraio 7, 2008

lep1.jpg
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Taras Ševčenko, poeta e pittore ucraino

Pubblicato da pasha39 su dicembre 24, 2007

sev11.jpgsev31.jpgsev41.jpgsev2.gif

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Evhenija Leščuk

Pubblicato da pasha39 su dicembre 19, 2007

Dottoressa e psichiatra (ormai in pensione), Evhenija Leščuk vive a L’viv (Leopoli),
Ucraina occidentale. È autrice di poesie e canzoni. Ha al suo attivo quattro volumi
di poesie, due film per la televisione.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Vasyl’ Symonenko (1935-63), poeta valente ucraino

Pubblicato da pasha39 su dicembre 4, 2007

sym2.jpgsym1.jpg

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Oleksandr Oles’, lirico ucraino

Pubblicato da pasha39 su novembre 27, 2007

oles2.jpgoles.gif

Oleksandr Oles’ (1878-1944),  poeta, drammaturgo e traduttore

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Lesja Ukraïnka (1871-1913), poetessa ucraina

Pubblicato da pasha39 su settembre 28, 2007

UNA PAROLA

(Racconto di un indigeno del Nord)

Ve n’erano tre, di forestieri;
ora non più. Uno morì subito,
non appena arrivò,- era debole,
come una fanciulla, sprigionava fuoco,
nulla mangiava, solo neve e ghiaccio,
per quello morì. Il secondo “forestiero” se ne
andò, non so dove, forse a casa,
o forse più lontano, non capimmo
quel che disse. E il terzo rimase
qui a lungo. Viveva da solo in casa,
non voleva nessuno. Andavo da lui,
ci andava mio figlio e anche i vicini.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | 2 Comments »

Taras Ševčenko (1814-1861)

Pubblicato da pasha39 su giugno 22, 2007

NOTTI DI FANCIULLA

La folta treccia si sciolse
    Sino alla vita,
Si scoprirono gli alti seni,
    Onde nel mare;
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Lesja Ukraïnka (1871-1913), poetessa ucraina

Pubblicato da pasha39 su giugno 4, 2007

Contra spem spero! *

     Via, pensieri, voi, nubi autunnali!
Ora è la primavera dorata!
Forse nell’amarezza, nel pianto
Passeranno gli anni della giovinezza?
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | 1 Comment »

Maksim Borodin, poeta russofono nell’Ucraina odierna

Pubblicato da pasha39 su maggio 10, 2007

a cura di paolo galvagni

Maksim Aleksandrovic Borodin è nato nel 1973 a Dnepropetrovsk (Ucraina orientale), dove vive tutt’ora. Laureatosi in architettura, si dedica all’insegnamento universitario. È autore di versi in russo e poesia visuale. Dal 1996 pubblica su riviste della sua città (“Artikl’”, “Dnepr vecernij”), dal 2001 anche in edizioni di Mosca e San Pietroburgo (“Vavilon”, “Arion”, “Futurum-art”, “Ingermanlandija”, “Text-only”).
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | 5 Comments »

Taras Ševčenko, il cantore ucraino

Pubblicato da pasha39 su aprile 17, 2007

«Ucraina», «Malorossija» [Piccola Russia] – due nomi per indicare lo stesso popolo. «Ucraina», etimologicamente legato al termine slavo «kraj» [limite, bordo], si spiega come «marca di confine». «Malorossija» [Piccola Russia] è il nome coniato dai Russi per distinguere il paese dalla Grande Russia (la Russia vera e propria). Vocabolo, quindi, che richiama la volontà dello zarismo di cancellare una cultura sorella.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

Taras Ševčenko (1814-1861), cantore del popolo ucraino

Pubblicato da pasha39 su marzo 17, 2007

a cura di paolo galvagni

Petrus’ (1)

Vivevano in un cascinale
Un povero signore e la moglie.
Allevavano una figlia,
Era ormai cresciuta;
Un generale la chiese in sposa,
Giacché era assai bella,
E il generale era assai ricco.
Ecco la sorte che Dio mandò
Allo sventurato cascinale, – fu
Benedetto il Sovrano dei cieli!
La agghindarono per bene
E una domenica la sposarono,
La chiamarono generalessa,
E la portarono in carrozza a Kiev.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato in: POESIA, Poesia: UCRAINA | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 27 follower